Ricerca tra la vecchia roba

Tor proxy test: Internal error

Posted: agosto 11th, 2009 | Author: | Filed under: linux, networking | Commenti disabilitati su Tor proxy test: Internal error

Per un po’ non sono più riuscito ad usare Tor+privoxya causa (col senno di poi) aggiornamento; se con il tor button di firefox provavo a fare il test per un corretto funzionamento ottenevo solo un bizzarro "Tor proxy test: Internal error"… molto indicativo devo dire.

Per risolvere il problema ho prima di tutto osservato che cazzo succedeva a livello listening

# lsof -i :8118
COMMAND   PID    USER   FD   TYPE DEVICE SIZE/OFF NODE NAME
privoxy 14373 privoxy    1u  IPv6 213611      0t0  TCP localhost:8118 (LISTEN)

coadiuvato da qualcuno che aveva il mio stesso problema ho capito che in pratica ascoltava solo ipv6; per risolvere la issue ho dovuto cambiare nella riga in /etc/privoxy/config da localhost a 127.0.0.1 altrimenti veniva appunto risolta in ipv6; adesso ottengo

# lsof -i :8118
COMMAND   PID    USER   FD   TYPE DEVICE SIZE/OFF NODE NAME
privoxy 15595 privoxy    1u  IPv4 216976      0t0  TCP localhost:8118 (LISTEN)

per la gioia di grandi e piccini.Posso girare su 4chan senza problemi 😉

 

great lord and TCP/IP.

 


Anniversari e memi

Posted: agosto 8th, 2009 | Author: | Filed under: meme | 1 Comment »

Non so se ve ne siete accorti visto che quasi nessuno ne ha parlato, ma il 20 luglio c’è stato il quarantennale dello sbarco sulla luna, impresa americana della corsa allo spazio; siccome il mondo è bello perchè vario, ci sono persone che mettono in dubbio che questo sia avvenuto veramente.

Io sinceramente non me ne sono mai interessato più di tanto, alla fine penso che la difficoltà stia solo nella distanza in quanto già i russi mandarono sonde automatiche a prelevare rocce lunari che sono tornate indietro, quindi il problema è essere sicuri di mandarci un cristiano (o 3) e fare in maniera tale che riesca a tornare indietro senza intoppi di sorta visto che poteva essere umiliante lasciare qualcuno morto a centinai di migliaia di Km dalla terra. Però c’è tutta una categoria di frequentatori di internet che senza ombra di dubbio considera l’allunaggio una farsa prodotta in studio (magari aiutati di Kubrick) con una forza tale da sembrare quasi superfluo considerare cosa li abbia portati a questa conclusione; il bello è che siccome sono curioso ho fatto l’errore di leggere qualche considerazione: le motivazioni principali sono

   1. Le fasce di Van Allen non sono attraversabili da nessun essere vivente in quanto intrappolano la radiazione e quindi attraversarle significherebbe esporsi a condizioni impossibili.
   2. Le temperature sulla superficie lunare sono proibitive a causa delle escursioni termiche fra parte in ombra e parti al sole.
   3. Le foto non sono coerenti con l’illuminazione dell’ambiente.
   4. Il LEM sembra costruito con mazze di scopa.
   5. Nessuno ha mai fotografato i siti degli allunaggi anche se ci sono mille mila satelliti e telescopi.

Dopo che uno legge queste motivazioni potrebbe pensare che qualcuno da qualche parte abbia provato a dimostrare quanto affermato con calcoli alla mano, invece nulla, le considerazioni praticamente si fermano qui; le mie risposte sono le seguenti

   1. Le fasce di Van Allen sono generati dal campo magnetico terrestre e intrappolano solo la radiazione derivante da ioni e simili; certe persone pensano che intrappoli anche i raggi gamma senza evidentemente sapere che essi non sono altro che luce molto penetrante e che se bastasse un campo magnetico per deviarlo allora potremmo fare le veneziane delle finestre con delle calamite. Pare che invece attraversare le fasce di Van Allen sia paragonabile a farsi una radiografia.

      Poi non gli dite che le fasce di Van Allen finiscono sulla terra (essendo toroidali) altrimenti lo collegano con il triangolo delle bermude.

   2. Le zone di allunaggio delle missioni apollo sono state scelte apposta per essere vicine al confine della zona in ombra e zona in luce sulla luna proprio per avere le condizioni climatiche ottimali. Poi parlare di temperatura è fuorviante siccome non essendoci aria l’unica temperatura possibile è quella al suolo, quindi penso basti schermare i piedi dell’astronauta e presumo che sia rocket science schermare delle suole per 200 gradi centigradi.

      Inoltre questi geni del complotto non tengono in considerazione che non c’è differenza sostanziale fra lo spazio appena fuori dalla atmosfera terrestre e sulla luna (se non per la gravità of course) e che quindi se sono state fatte passeggiate spaziali e le fanno tutt’ora non deve essere impossibile costruire una tuta che resista a quelle condizioni.

   3. Questo punto è quello forse più reale se non fosse che l’unico motivo per cui le ritengono impossibili è perché qualche gurù della fotografia alternativa ha detto loro che è così; nessuno ha mai postato niente che assomigli ad un calcolo tecnico che riassuma le caratteristiche di illuminazione sulla luna e deduca per esempio quante candele (unità di misura dell’illuminazione nel sistema internazionale) servano per ottenere quella particolare foto con quelle luci. Non dimentichiamo poi la caratteristica irritante di queste speculazioni fatte non sulle foto della NASA ma su foto francobollo e senza preoccuparsi di conoscere le caratteristiche tecniche delle macchina, pellicola, otturatore, cazzi&mazzi usato effettivamente nelle missioni Apollo.

      Inoltre il fatto che le foto siano false non significa mica che non c’è mai stato l’allunaggio: magari ad Amstrong è caduta la macchina fotografica che si è aperta rovinando la pellicola ed in seguito la NASA per non fargli fare una figura barbina ha prodotto in studio le foto.
   4. Il LEM effettivamente sembra una struttura di carta però il solito errore è quello di considerarlo un veicolo terrestre: sulla luna la gravità è 1/6 di quella terrestre e quindi un corpo di 600Kg sulla terra ne pesa 100Kg sulla luna; questa differenza di peso è quella che c’è fra una 500 ed una persona e non mi pare poco sinceramente.

      Ovviamente non pensano che i tecnici della NASA abbiano effettutato dei calcoli strutturali per ridurre al minimo la struttura del LEM ed ovviamente non sanno che per banale analisi dimensionale la sezione delle strutture di un oggetto è proporzionale al peso, quindi bene o male anche la sezione di una macchina costruita per la luna deve essere più piccola di una costruita per la terra. Come compito per casa pensate alle sezioni delle ossa di un gatto, di un topo, di un elefante.
   5. Io non sono un esperto di telescopi ma pare assodato che a livello ottico non si può vedere niente, però ci sono casi di sonde giapponesi che hanno ripreso i siti ma già qualcuno ha detto che erano dei falsi perché i giapponesi hanno perso la guerra e quindi sono succubi degli americani. Adesso sta passando la sonda LRO ma anche qui già stanno iniziando a dire che le foto sono taroccate!!! dopo quarant’anni lanciano una sonda e c’è qualcuno che che si mette lì a taroccare le foto (non si sa se direttamente in hardware oppure in software) e nessuno parla mai.

In definitiva quando uno passa un po’ di tempo a leggere forum con le cosidette teorie alternative, si accorge che queste teorie alternative sono veramente poca roba, non supportato da dato alcuno e che spesso la gente che commenta al riguardo non sa neanche di cosa si stia parlando. Spesso gente in buona fede cerca di ricavare i ragionamenti usati per le conclusioni che certi elementi difendono, ma viene subito tacciato di essere al soldo del potere (inserire qui a piacere CIA,Rettiliani,FBI,Massoni,NASA,Ebrei) e praticamente costretto a lasciare il forum se non vuole evitare di essere insultato a gratis.
Non sarebbe neanche male lasciare certa gente crogiolarsi nelle proprie convinzioni, rinfrancandosi così nell’animo e ringraziando Dio per avere una istruzione che ti permette di capire un’analisi tecnica, non fosse altro che alcuni personaggi parlano di teorie alternative anche per esempio con le cure per il cancro (tipo che la cartilagine di squalo o il bicarbonato possono essere le cure definitive) e questo è male perché vi assicuro che ci sono persone che non riescono a filtrare nulla di quello che leggono su internet. Forse è la selezione naturale 2.0.