Ricerca tra la vecchia roba

Perdere mezza giornata

Posted: maggio 28th, 2008 | Author: | Filed under: Hack, Life | Commenti disabilitati su Perdere mezza giornata

Proviamo i driver per la webcam (una pixart con chip PAC207) quella famosa da 9.90 euri… è appena uscita la versione V4L2, provo a compilarlo e mi esce

make -C /lib/modules/2.6.25-2-686/build SUBDIRS=/usr/src/gspcav2-0.2.12 modules
make[1]: Entering directory `/lib/modules/2.6.25-2-686/build’
make[1]: *** No rule to make target `modules’. Stop.
make[1]: Leaving directory `/lib/modules/2.6.25-2-686/build’
make: *** [driver] Error 2

allora mi dico,magari basta fare la directory in questione… non funge, allora magari devo installare gli headers… non funge… però dovrebbero essere gli headers… magari… ho creato la directory e questo ha influito… cancelliamola… apt-get –reinstall install linux-headers-porcodio-2.6.25-686… adesso funge…. però non funge la webcam….


Non ci rimane che bestemmiare

Posted: maggio 25th, 2008 | Author: | Filed under: Life, Politica | Commenti disabilitati su Non ci rimane che bestemmiare

Come si può commentare questa foto

chiaiano.jpg

se non analizzandone la strategia che ha portato a ciò; e non è che sugli altri fronti si vada meglio… ma porcodio…


Un po’ di documentazione facile

Posted: maggio 25th, 2008 | Author: | Filed under: Life, Programmazione | Commenti disabilitati su Un po’ di documentazione facile

Nei sistemi Debian di solito i pacchetti inseriscono nella directory /usr/share/doc/${nome-pacchetto} dei file tipo README per conoscere qualcosa a riguardo della documentazione; spesso sono compressi e bisogna usare zcat (versione compressa di cat) ed è uno sbattimento scrivere anche a colpi di tab il path, quindi con la funzione

function doc(){ PatH=”/usr/share/doc/$1″; zcat “$PatH/README.gz” || cat “$PatH”/README.Debian || dpkg -L “$1″ || dpkg -l $1″*” ; }

si dovrebbe avere all’interno della bash un utile comando per avere subito il README a portata di command line. Ovviamente si può migliorare ma come prima storia non c’è male: prima controlla l’esistenza di REAME.gz, poi README.Debian, poi se questi non esistono ti fa la lista dei file installati nel pacchetto ed infine se neanche questo works allora fa una lista dei pacchetti simili installati (dal comando potete vedere come questo funzioni solo su sistemi debian like con chiavi SSH exploitabili).


Polar clock

Posted: maggio 9th, 2008 | Author: | Filed under: Life, Programmazione | Commenti disabilitati su Polar clock

Nel mio mitico repository ho uploadato gli ultimi aggiornamenti dei miei esempi con Cairo, clonando (che modo fico di dire copiare) una applicazione che mi aveva colpito molto chiamata polar-clock.

In pratica si tratta di un orologio le cui lancette sono rappresentate da archi con una lunghezza proporzionale al loro valore; la mia versione è sicuramente da migliorare però non mi pare schifosa

manca ancora l’inserimento del giorno, mese ed anno e prima o poi lo farò (AIUTATEMI).

 

Per ottenere il codice andate sulla mia homepage (dovete avere git abilitato, nel caso non lo vogliate usare [ma perché?] posso rendere disponibili degli snapshot). Non mi insultate per il testo scritto in inglese pessimo che si trova nei log o nei commenti del codice, nel caso correggetemi senza problemi…


Julia

Posted: maggio 9th, 2008 | Author: | Filed under: Hack, Politica | Commenti disabilitati su Julia

Sono rimasto colpito dall’analisi che su phrack viene fatta della gestione di internet e di chi vorrebbe controllarla per motivi politici e/o economici nell’articolo intitolato "The only laws on the Internet are assembly and RFCs"; in particolare la banale verità che una legge ha l’unico scopo di aumentare il senso di sicurezza di una comunità e non altro, che il distacco tra chi smanetta, la gente comune ed il politico è tale che le leggi non raggiungono mai un senso dal punto di vista tecnologico. È secondo me una analisi politica dell’azione (o una delle azioni) che un hacker può fare per modificare lo stato di cose: in particolare è importante questo passaggio

"We think that we are the ones who can demonstrate that the Internet follows different laws. That’s because we are the generation born with the Internet and we are able to speak internet language enthusiastically.We, as developers, can not write laws nor directly challenge them, but we can develop software demonstrating from a practical point of view how wrong these laws are. It seems to us that this is the most effective and less painful way to show politicians their mistakes and give citizens their freedom, ruled on the Internet by mathematical logics."

nel seguito dell’articolo viene applicato ad un caso pratico, quello della legislazione tedesca che impone ad un indagato di consegnare le chiavi per accedere al materiale informatico crittografato e nel caso ci si rifiuti, si hanno due anni di reclusione; chi è interessato si interessi…

Scopro anche l’esistenza di questi pazzi americani: graffiti research lab.


Israele

Posted: maggio 9th, 2008 | Author: | Filed under: Life, Politica | Commenti disabilitati su Israele

li { white-space: pre-wrap; }"Trovo ingiustificate le polemiche sulla partecipazione di Israele alla Fiera del Libro: è infatti lodevole che Israele riesca per una volta a stare in un posto senza ammazzare e/o sequestrare nessuno."

 Riadattata dal blog del maestro del The.