Ricerca tra la vecchia roba

Ubuntu9.10 e chiavetta onda MT505UP

Posted: 3 Novembre, 2009 | Author: | Filed under: Installation party, linux | Commenti disabilitati su Ubuntu9.10 e chiavetta onda MT505UP

Sono venuto a contatto con la nuova versione di ubuntu uscita da una settimana per rendere operante la chiavetta citata nel titolo (anche se il procedimento è estendibile a qualunque altra, ovviamente cambiando opportunamente i parametri che adesso mostrerò) già resa operativa con un metodo molto più hackish qualche post addietro.

Essendo passato un anno la situazione è ovviamente migliorata, non c’è bisogno di compilare driver o scrivere regole di udev in quanto il tutto è ormai pacchettizzato; in poche parole i passi da eseguire sono installare il programma per fare lo switch da chiavetta USB a modem

$ sudo apt-get install usb-modeswitch

poi editare il file /etc/usb_modeswitch.conf e cercare nel file la parte relativa al vostro modello (forse vanno cambiati dei parametri come dal post citato sopra); provare da terminale (con la chiavetta inserita of course)

$ sudo usb_modeswitch

Se non ci sono errori evidenti provate a dare lsusb e notare se adesso il codice USB è diventato 19d2x0002 e se sono comparse le mitiche devices ttyUSB in /dev/. In caso affermativo parrebbe funzionare.

L’ultimo passo è abilitare il riconoscimento automatico dell’azione precedente da parte di udev: editare il file /etc/udev/rules.d/usb_modeswitch.rules e cercare i parametri della chiavetta e decommentare. Per controllo togliete e rinserite la chiavetta tenendo sotto controllo quello che succede in kernel space usando

$ sudo tail -f /var/log/messages

Se vedete che si creano le devices ttyUSB[0-3] (forse ci mette un pochino) allora siete a posto; a quel punto configurate le connessioni (Sistema —> Preferenze —> connessione di rete) e aggiungetene una alla voce "Banda larga mobile" (ad un certo punto non mi faceva modificare la voce per problemi ai permessi ed io ho creato un’altra connessione).

Il pacchetto usb-modeswitch vi installa anche le  rules di udev che servono a fare in maniera che quando voi freakettoni infilate la chiavetta nella porta USB, udev riconosca che azione compiere su di essa (se è una macchina fotografica, scaricare le foto, una motosega tagliarvi un braccio, una vagina USB godere…); il problema è che le regole preimpostare possono mandare in palla usb_modeswitch. In tal caso (cioé, se dopo il riavvio, il comando usb_modecisiamocapiti rimane appeso al terminale) cercate in /etc/udev/rules.d/ una regola che faccia riferimento a usb_modesuicidi e commentate la riga che pare inopportuna. Un /etc/init.d/udev restart farà rileggere tale file dal programma in questione e risolvere il problema.

Ultima nota: a me succede che i DNS non vengano configurati correttamente per cui un workaround può essere aggiungere per esempio quelli di OpenDNS.

Ultimissima nota: Ubuntu9.10 pare veramente fica; dai tempi in cui installavo la red hat su un pentium 1 mettendoci una settimana a renderlo completamente operativo (senza aver neanche schede wifi di mezzo) sembra sia passata una eternità (e forse in tempi informatici lo è veramente); certo le cose che fanno colpo magari sono le cazzatine tipo le finestrelle di notifica traslucenti e finestre che compaiono con fading ed effetti vari che lo fanno sembrare un Mac, però se il tutto risulta usabile senza side effects come mi è parso ieri, allora si può ammettere che il prodotto è valevole (poi io non lo uso perché ho gentoo sul portatile e debian sul fisso:-P). Solo i colori standard sul marrone non li digerirò mai…


Comments are closed.